concorsi

Dirigenti scolastici

Scopri tutto quello che c’è da sapere sui concorsi per diventare Dirigenti scolastici: requisiti di accesso e svolgimento delle prove concorsuali.

Clicca sull’area di tuo interesse per saperne di più:

I requisiti

All’istanza possono accedere solo i docenti che risultano DI RUOLO nel fascicolo del personale scuola:

  • personale docente ed educativo di ruolo; è considerato personale di ruolo anche il personale docente ed educativo in esonero sindacale, distaccato, utilizzato, comandato o collocato fuori ruolo (quest’ultima categoria comprende, se censito nel sistema informativo, il personale delle scuole militari e delle scuole italiane all’estero). In questa categoria rientrano gli insegnanti tecnico-pratici ed i titolari nelle province di Trento e Bolzano;
  • personale docente di ruolo dell’insegnamento di religione cattolica.

Si evidenzia che è necessario aver maturato 5 anni di anzianità di servizio per poter partecipare al Corso Concorso.

 

La procedura concorsuale, a carattere nazionale e organizzata su base regionale, mira a reclutare dirigenti scolastici da immettere nei ruoli regionali presso le istituzioni scolastiche statali, inclusi i centri provinciali per l’istruzione degli adulti. Il corso-concorso mira dapprima a selezionare i più meritevoli, sulla base del percorso già svolto, e poi ad accrescerne ulteriormente le competenze professionali e culturali grazie al successivo corso di formazione con relativo tirocinio.

I concorsi e le prove

Il concorso si articola in:

La prova preselettiva si svolge nelle sedi individuate dagli Uffici scolastici regionali ed è computer based. Consiste nella somministrazione di 100 quesiti a risposta multipla, vertenti sulle discipline previste per le prove scritte, e ha una durata massima di 100 minuti.

La prova scritta consiste in cinque quesiti a risposta aperta e due quesiti in lingua straniera. Ciascuno dei due quesiti in lingua straniera è articolato in cinque domande a risposta chiusa, volte a verificare la comprensione di un testo nella lingua straniera prescelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo. La prova ha la durata di 150 minuti. Gli argomenti su cui verteranno i cinque quesiti a risposta aperta sono:

  • normativa riferita al sistema educativo di istruzione e di formazione e agli ordinamenti degli studi in Italia con particolare attenzione ai processi di riforma in atto;
  • modalità di conduzione delle organizzazioni complesse, con particolare riferimento alla realtà delle istituzioni scolastiche ed educative statali;
  • processi di programmazione, gestione e valutazione delle istituzioni scolastiche, con particolare riferimento alla predisposizione e gestione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa, all’elaborazione del Rapporto di Autovalutazione e del Piano di Miglioramento, nel quadro dell’autonomia delle istituzioni scolastiche e in rapporto alle esigenze formative del territorio;
  • organizzazione degli ambienti di apprendimento, con particolare riferimento all’inclusione scolastica, all’innovazione digitale e ai processi di innovazione nella didattica;
  • organizzazione del lavoro e gestione del personale, con particolare riferimento alla realtà del personale scolastico;
  • valutazione ed autovalutazione del personale, degli apprendimenti e dei sistemi e dei processi scolastici;
  • elementi di diritto civile e amministrativo, con particolare riferimento alle obbligazioni giuridiche e alle responsabilità tipiche del dirigente scolastico, nonché di diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica Amministrazione e in danno di minorenni;
  • contabilità di Stato, con particolare riferimento alla programmazione e gestione finanziaria presso le istituzioni scolastiche ed educative statali e relative aziende speciali;
  • sistemi educativi dei Paesi dell’Unione Europea.

La prova orale consiste in:

  • un colloquio che accerta la preparazione professionale del candidato nelle materie di esame;
  • una verifica della capacità di risolvere un caso riguardante la funzione del dirigente scolastico;
  • una verifica della conoscenza degli strumenti informatici e delle tecnologie della comunicazione normalmente in uso presso le istituzioni scolastiche;
  • una verifica della conoscenza della lingua prescelta dal candidato tra francese, inglese, tedesco e spagnolo al livello B2 del CEF, attraverso la lettura e traduzione di un testo scelto dalla Commissione e una conversazione nella lingua prescelta.

La preparazione al concorso

STRUTTURA DEL CORSO

Preparazione alle prove scritte e orale:

  • Contabilità di Stato
  • Diritto amministrativo
  • Diritto civile
  • Diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica Amministrazione
  • Diritto penale in danno di minorenni;
  • Inclusione scolastica
  • Informatica
  • Inglese
  • Innovazione digitale
  • Modalità di conduzione delle organizzazioni complesse
  • Normativa e legislazione scolastica
  • Obbligazioni giuridiche e responsabilità del dirigente scolastico
  • Organizzazione degli ambienti di apprendimento
  • Organizzazione del lavoro e gestione del personale
  • Processi di programmazione, gestione e valutazione delle istituzioni scolastiche

Oltre allo studio delle nozioni teoriche, sono previste:

  • Lezioni di grammatica italiana, sintassi e arricchimento del lessico. Redazione dei temi sotto la guida di un docente, che correggerà gli elaborati e li rimanderà indietro con le proprie note di commento, consigli utili per migliorare e un voto finale.
  • Simulazioni delle prove scritte e orale;
  • Spiegazione di tecniche logiche e mnemoniche. Per ogni tecnica sono offerti esercizi pratici, spiegati dai docenti e poi proposti in allegato alle lezioni: tutto è concepito perché le tecniche diventino sempre più naturali e gli allievi sempre più veloci nell’applicarle.

Contattaci

Mondo Concorsi

Da anni, siamo punto di riferimento per tutti coloro che sognano di svolgere un lavoro dinamico, ricco di soddisfazioni.

Il nostro motto? Il concorso non si prova, si vince!
Perché in passato i risultati ottenuti non ci hanno mai smentito: più del 70% dei nostri iscritti supera i concorsi e raggiunge il suo obiettivo grazie ad una formazione di eccellenza, un metodo efficace ed un supporto garantito durante tutte le fasi concorsuali, dalla predisposizione della domanda fino agli step finali.

Che tu scelga di seguire i corsi presso la ns sede o in videoconferenza, garantiamo l’acquisizione di conoscenze e competenze attraverso un metodo di studio efficace, valido non per un singolo concorso, ma per tutti!