Categorie
News

Concorso per 95 Funzionari della professionalità giuridico – pedagogica

È indetto un concorso pubblico, per esami, a novantacinque posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Funzionario della professionalità giuridico – pedagogica, III Area funzionale, fascia retributiva F1, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria. Diciannove dei suddetti posti, pari al 20%, sono riservati al personale appartenente ai ruoli del Ministero della giustizia – Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, appartenenti alla II area funzionale.

Requisiti e condizioni per la partecipazione

Per la partecipazione al presente concorso i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana;

b) godimento dei diritti civili e politici;

c) diploma di laurea (DL) in: Scienze dell’educazione e della formazione, giurisprudenza, psicologia, sociologia; laurea (L): L-19 – Scienze dell’educazione e della formazione, L-14 – Scienze dei servizi giuridici, L-24 – Scienze e tecniche psicologiche; L-40 – Sociologia; laurea magistrale (LM): LM-50 – Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi, LM-57 – Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua, LM-85 – Scienze pedagogiche, LM-93 – Teorie e metodologie dell’e-learning e della media education, LMG/01 – Giurisprudenza, LM-51 – Psicologia, LM-88 – Sociologia e ricerca sociale; laurea specialistica (LS): 56/S – Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi, 65/S – Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua, 87/S – Scienze pedagogiche, 22/S – Giurisprudenza, 102/S – Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica, 58/S – Psicologia, 89/S – Sociologia, 49/S – Metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali; ovvero titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

d) idoneità fisica all’impiego, da intendersi per i soggetti con disabilità come idoneità allo svolgimento delle mansioni di funzionario giuridico pedagogico di cui al vigente ordinamento professionale;  

e) qualità morali e di condotta.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso.


Prove di esame

Il concorso si svolgerà mediante esame e consisterà in due prove scritte e una prova orale che comprenderà anche l’accertamento della conoscenza della lingua straniera prescelta e delle capacità e attitudini all’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche.

Le prove scritte verteranno su:
a) ordinamento penitenziario con particolare riferimento alla organizzazione degli istituti e dei servizi penitenziari;
b) pedagogia con particolare riferimento agli interventi relativi all’osservazione e al trattamento dei detenuti e degli internati.

La prova orale verterà sulle materie oggetto delle prove scritte e inoltre su:

a) elementi di diritto costituzionale e amministrativo con particolare riferimento al rapporto di pubblico impiego;

b) elementi di psicologia e sociologia del disadattamento;

c) elementi di criminologia;

d) elementi di scienza dell’organizzazione.


Prove preselettive


L’amministrazione si riserva la facoltà di far precedere le prove scritte da una prova preselettiva, qualora le domande di partecipazione siano superiori a mille (1.000). La prova preselettiva, ove svolta, consisterà in una serie di domande a risposta multipla vertenti su argomenti di cultura generale e sulle materie delle prove scritte e orali.


Espletate le prove del concorso, la Commissione di cui all’art. 8 redige la graduatoria di merito con l’indicazione della votazione complessiva conseguita da ciascun candidato.
Il punteggio finale sarà determinato dalla somma della media dei voti riportati nelle prove scritte e della votazione conseguita nella prova orale. Il Direttore generale del personale e delle risorse, riconosciuta la regolarità del procedimento, con proprio decreto approva la graduatoria di merito e dichiara i vincitori del concorso.
I candidati dichiarati vincitori saranno invitati a stipulare un contratto individuale a tempo indeterminato finalizzato all’instaurazione di un rapporto di lavoro a tempo pieno nella III Area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale di Funzionario della professionalità giuridico-pedagogica.

Categorie
News

Concorso scuola, tutte le novità del dl Rilancio

Dopo il vertice di Palazzo Chigi convocato dal premier Giuseppe Conte, emerge che il concorso straordinario per i docenti precari ci sarà, ma dopo l’estate, e non sarà più a crocette ma con una prova scritta. La soluzione, si spiega, «permette di combattere il precariato garantendo la meritocrazia».

Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato che con il decreto Rilancio è previsto uno stanziamento di 1,5 miliardi per la scuola e 16mila posti in più per il concorso ordinario e straordinario dei docenti della scuola pubblica.

“Vogliamo ridurre il precariato e dare più stabilità alla scuola, attraverso una modalità di assunzione che garantisca il merito: abbiamo 78mila insegnanti da assumere”

Lucia Azzolina, Ministro dell’Istruzione

In tutto saranno 78mila i posti finanziati per i Concorsi Scuola Secondaria, a fronte dei 62mila precedenti. Di questi 16mila posti in più, 8mila posti saranno destinati al Concorso Straordinario e 8mila al Concorso Ordinario.

Abbiamo previsto stanziamenti per la riorganizzazione degli spazi e per il potenziamento dell’offerta formativa, ulteriori investimenti su didattica a distanza e a sostegno dello 0-6, fondi per l’acquisto di materiale necessario alla sanificazione per l’esame di Stato in presenza e per il ritorno in classe in sicurezza dei nostri studenti a settembre. E infine, una buona notizia: grazie alla collaborazione con il Ministro Gualtieri siamo riusciti ad ottenere un ampliamento delle stabilizzazioni di 16.000 posti, rispetto a quelli previsti, per portarli ad un totale di circa 78.000.

Anna Ascani, vice ministro

Categorie
News

Concorso Allievi Agenti Polizia di Stato riservato ai militari – 1350 posti per VFP1 e VFP4

Bandito il Concorso Allievi Agenti Polizia di Stato Riservato ai Militari VFP1/VFP4, per il quale sono previsti 1350 posti.

Per questo concorso, riservato ai VFP1/VFP4 e non ai civili, i posti a disposizione sono 1350. Per partecipare bisogna non aver compiuto 26 anni. Il limite è elevato fino ad un massimo di 3 anni, in relazione al servizio militare svolto dal candidato.

Per poter partecipare è sufficiente la licenza media.

Il concorso prevede una prova a quiz, come specificato nel bando. Il 3 Luglio ci sarà la comunicazione delle date della prova scritta: è probabile che nella stessa data sarà pubblicata la banca dati o, quantomeno, ci sarà la comunicazione del giorno effettivo della pubblicazione.

Come indicato nel bando, dopo la prova scritta il concorso si svolgerà in base alle seguenti fasi:
– accertamento dell’efficienza fisica;
– accertamenti psico-fisici;
– accertamenti attitudinali.

È possibile inoltrare la domanda utilizzando esclusivamente la procedura informatica. Sono necessari SPID e PEC per partecipare.

È possibile inviare la propria domanda di partecipazione dalle ore 00:00 del 16 Maggio 2020 alle ore 23:59 del 15 Giugno 2020.

Categorie
News

Pubblicato il Simulatore Online per il Concorso 3.581 Allievi Carabinieri 2020

Pubblicato il Simulatore Online per la Prova Scritta di Selezione del Concorso 3.581 Allievi Carabinieri 2020 (Aperto ai Civili).

Per la Preparazione della Prova Preliminare del Concorso 3.581 Allievi Carabinieri 2020 (Aperto ai Civili) è stato pubblicato il relativo Simulatore Online, disponibile (per Desktop, iOS e Android) all’interno della Pagina dedicata al Concorso nel sito dell’Arma dei Carabinieri. Per accedere al Simulatore è necessario inserire il proprio codice di sicurezza (assegnato automaticamente dal sistema al termine della presentazione della domanda di partecipazione).

Ad ogni attivazione, il Simulatore genera 100 domande secondo tre modalità, “Esercitazione”, “Prova d’Esame” e “Didattica”. Nella modalità di default, “Esercitazione”, la prova non è a tempo. L’utente decide il livello di difficoltà delle domande (consigliato, facile, medio, difficile) ed ha la possibilità di visualizzare immediatamente la risposta errata. Quale ausilio all’autoapprendimento, il sistema non consente di passare alla domanda successiva fino a quando non viene individuata la risposta corretta. La “Prova d’esame”, invece, è a tempo, un’ora, e sia l’esito delle risposte (“errate” e “saltate”) sia il punteggio conseguito vengono visualizzati al termine del questionario. Nella modalità “Didattica”, l’algoritmo seleziona le domande del test, in base alla materia prescelta. Ultimando tutti i test proposti, l’utente ha la certezza di aver completato la propria preparazione. Il simulatore prevede anche una sezione “News” con notizie d’interesse sul concorso selezionato e la possibilità di inviare segnalazioni di eventuali errori riscontrati.

Categorie
News

Sospensione attività concorsuali

A causa dell’emergenza Coronavirus le attività concorsuali delle Forze Armate e delle Forze di Polizia sono temporaneamente sospese.

Vediamo la situazione amministrazione per amministrazione.

Esercito – Marina – Aeronautica
Le attività di selezione concorsuale relative a Esercito, Marina, Aeronautica sono sospese sino al 15 marzo 2020, con effetto immediato e su tutto il territorio nazionale. Le prove saranno ripristinate a partire dal 16 marzo 2020. I nuovi calendari di svolgimento delle prove di concorso, rimodulati secondo le esigenze istituzionali, verranno pubblicati sul portale dei concorsi online del Ministero della Difesa (e ovviamente anche sul nostro sito).

Nello specifico, i candidati al concorso VFP1 Esercito convocati a sostenere le prove di selezione dal 24 febbraio al 28 febbraio 2020 (estremi compresi) non dovranno presentarsi a sostenere le prove nel giorno comunicato. Le date di convocazione saranno aggiornate.

Arma dei Carabinieri
Le convocazioni per la prova di efficienza fisica relative al concorso di ammissione al 202° corso dell’Accademia per Ufficiali dei Carabinieri, indipendentemente dai comuni di provenienza dei candidati, sono sospese. L’amministrazione si riserva di comunicare il nuovo calendario delle convocazioni. La prova scritta del concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’ammissione al 10° corso triennale di 626 allievi marescialli del ruolo ispettori dell’Arma dei Carabinieri prevista per il giorno 26 febbraio 2020, indipendentemente dai comuni di provenienza dei candidati, è sospesa. L’amministrazione si riserva di comunicare la nuova data di svolgimento della prova.

Guardia di Finanza
A partire dal 24 febbraio 2020, le attività concorsuali sono sospese. I candidati convocati, a partire dal giorno 24 febbraio 2020, per le prove del Concorso Allievi Finanzieri Specializzazione Tecnico di Soccorso Alpino non dovranno presentarsi presso il Centro di Reclutamento della Guardia di Finanza, sito in Roma, Lido di Ostia.

Sono sospese anche le attività concorsuali relative allo svolgimento della prova preliminare e, conseguentemente, della prova scritta del Concorso Allievi Ufficiali Accademia Guardia di Finanza. Seguiranno ulteriori comunicazioni.

Polizia di Stato
Le convocazioni all’accertamento dell’efficienza fisica e agli accertamenti psico-fisici e attitudinali del Concorso Commissari Polizia di Stato sono momentaneamente sospese. Si fa riserva di pubblicare i nuovi calendari delle convocazioni.

La sospensione dovrebbe riguardare anche le altre Amministrazioni, anche se ancora non ci sono notizie dirette. Appena ci saranno novità le condivideremo con voi in questo articolo.