Categorie
Concorsi News

Concorso Cancellieri Esperti Ministero della Giustizia – Bando in arrivo per 2700 posti

Tra i Concorsi Ministero della Giustizia autorizzato dal Decreto Rilancio vi è anche il tanto atteso Concorso Cancellieri Esperti.

 

L‘uscita del bando del Concorso è ormai imminente, come dichiarato dal Ministro Alfonso Bonafede sui suoi canali social istituzionali.

Concorso Cancellieri 2020 – Tutte le informazioni

Quanti saranno i posti a disposizione?

I posti messi a concorso saranno 2700.

I posti saranno in tutta Italia?

Sì certo, ci saranno posti in quasi tutti i distretti giudiziari italiani.

Quando uscirà il bando?

L’uscita del bando del Concorso è ormai imminente, come dichiarato dal Ministro Alfonso Bonafede sui suoi canali social istituzionali.

Che titolo di studio è necessario possedere per poter partecipare?

Il diploma, oltre a uno degli altri requisiti previsti dal bando.

Quali altri requisiti è necessario possedere per poter partecipare?

Oltre al diploma, per poter partecipare, sarà necessario possedere ALMENO UNO dei seguenti requisiti:

a) aver svolto almeno tre anni di servizio nell’amministrazione giudiziaria, senza demerito;

b) aver svolto, per almeno un anno, le funzioni di magistrato onorario senza essere incorso in sanzioni disciplinari;

c) essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati, per almeno due anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;

d) aver svolto, per almeno cinque anni scolastici interi, attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di II grado. In tale computo rientrano anche i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale;

e) aver prestato servizio per almeno cinque anni nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori. 

Il possesso di tale titoli rappresenta anche un titolo aggiuntivo, i cui punteggi sono cumulabili.

Da quale atto si evincono questi requisiti?

Dal comma 6 dell’art. 252 del Decreto Rilancio. È chiaro che in sede di conversione in legge del decreto, tale articolo potrebbe potenzialmente anche essere modificato.

Ci sarà un limite di età?

No, non ci sarà nessuno limite di età.

Il concorso sarà gestito dalla Commissione RIPAM ?

Si, sarà gestito dalla Commissione per l’attuazione del progetto RIPAM.

Quanti e quali saranno le prove del concorso?

Assodato che la prova scritta non sarà effettuata, sono due gli scenari che possono presentarsi in merito all’articolazione delle prove.

PRIMO SCENARIO
1. Viene effettuata una prova preselettiva a quiz a cui potranno accedere tutti coloro che, avendo i requisiti previsti dal bando, hanno correttamente inoltrato la domanda di partecipazione;
2. Accedono alla prova orale solo un numero ristretto di candidati che hanno superato la prova preselettiva (per esempio un numero di candidati pari a due volti i posti messi a bando);
3. Per tutti i candidati che hanno raggiunto la sufficienza nella prova orale si effettuerà la valutazione dei titoli.

SECONDO SCENARIO
1. Chiuso il termine di partecipazione al concorso viene stilata subito una graduatoria in base ai titoli;
2. Accedono alla prova orale solo un numero ristretto di candidati (per esempio un numero di candidati pari a due volti i posti messi a bando).

Il titolo di accesso garantisce anche un punteggio aggiuntivo in graduatoria?

Qualora per questo Concorso Cancellieri Esperti si scegliesse di adottare la stessa struttura del Concorso Direttori Amministrativi, sarà prevista una valutazione dei titoli prima della prova orale.

Per questo motivo, è già possibile affermare che il titolo di accesso al concorso NON garantisce anche punteggi aggiuntivi in graduatoria, come specificato nell’Art. 5 Comma 2 del bando del Concorso Direttori Amministrativi.

Le prove si terranno a Roma?

No le prove dovrebbero essere dislocate tra i vari distretti giudiziari, cosi come previsto dalla nuove regole per svolgimento dei concorsi.

Quali potrebbero essere le materie della eventuale prova preselettiva?

In base al precedente concorso funzionari giudiziari le materie oggetto della prova preselettiva potrebbero essere:
– logica;
– diritto costituzionale;
– diritto amministrativo.

Di cosa si occupa la figura del Cancelliere Esperto?

Il decreto ministeriale del 2017 prevede che il cancelliere esperto sia un collaboratore del magistrato degli uffici del Ministero della Giustizia.

I suoi compiti prevedono:
– redazione e sottoscrizione dei verbali;
– assistenza al magistrato nell’attività istruttoria o nel dibattimento;
– rilascio di copie conformi e di ricezione di atti, anche in modalità telematica.

È richiesta una conoscenza teorica e pratica di medio livello nonché la capacità di coordinamento di unità operative interne con assunzione di responsabilità dei risultati.

Che stipendio prende il Cancelliere Esperto?

Dopo aver superato il concorso si accede alla fascia retributiva F3 della seconda area (motivo per cui lo stipendio percepito sarà di 1696,55 euro lordi).

Le certificazioni informatiche e linguistiche potrebbero rappresentare un titolo aggiuntivo?

Si certo, potrebbero essere valutate come criterio aggiuntivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *