Categorie
Concorsi News

Pubblicato il bando di concorso all’Agenzia delle Dogane per 1266 posti (diplomati e laureati)

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha indetto due procedure concorsuali – una per laureati e una per diplomati – per l’assunzione di complessive 1266 unità da inquadrare in varie categorie professionali.

I concorsi sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4ª serie speciale, concorsi ed esami n. 78 del 6 ottobre 2020 con un rimando alla consultazione integrale degli stessi sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. 

I posti a concorso

I posti a concorso sono così ripartiti:

  • settecentosessantasei posti per l’assunzione di varie figure professionali, da inquadrare nella terza area, fascia retributiva F1 (concorso per laureati);
  • quattrocentosessanta posti per l’assunzione di varie figure professionali, da inquadrare nella seconda area, fascia retributiva F3 (concorso per diplomati).

Il bando per laureati è destinato ai seguenti profili:

  • 100 posti di funzionario doganale – esperto nel settore amministrativo/contabile (ADM/FAMM);
  • 50 posti di funzionario doganale – esperto nel settore giuridico legale e del contenzioso (ADM/LEG);
  • 70 posti di funzionario doganale – esperto nel settore delle relazioni internazionali (ADM/FRI);
  • 80 posti di funzionario doganale – esperto nel settore economico finanziario (ADM/AEF);
  • 70 posti di funzionario doganale – esperto in analisi quantitative statistico matematiche (ADM/AQ);
  • 86 posti di funzionario doganale – esperto nel settore informatico (ADM/INF);
  • 147 posti di ingegnere (ADM/ING);
  • 13 posti di ingegnere/architetto (ADM/ING-ARC);
  • 150 posti di chimico (ADM/CH).

Il bando per diplomati si rivolge ai seguenti profili:

  • 250 posti di assistente doganale da impiegare nel settore amministrativo/tributario (ADM/AMM);
  • 30 posti di assistente doganale da inserire nel settore contabile (ADM/RAG);
  • 20 posti di assistente doganale – addetto ai servizi di traduzione e interpretariato (ADM/TRI);
  • 40 posti di assistente doganale – addetto ai servizi di collaudo e accertamento tecnico (ADM/GEO);
  • 30 posti di assistente doganale da impiegare nel settore tecnico di supporto alle attività dei laboratori chimici (ADM/PC);
  • 50 posti di assistente doganale da inserire nel settore tecnico di supporto alle attività di accertamento in ambito accise (ADM/PI);
  • 20 posti di assistente doganale da impiegare nel settore tecnico di supporto alle attività informatiche (ADM/PINF);
  • 15 posti di assistente doganale da adibire alle mansioni di meccanico (ADM/MECC);
  • 5 posti di assistente doganale addetto ai servizi di mensa e refezione.

Requisiti di partecipazione

Per poter accedere alla procedura concorsuale è necessario, oltre a non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici, essere in possesso:

  • della cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  • di una posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva;
  • del godimento dei diritti civili e politici;
  • di uno dei titoli di studio e/o di uno specifico requisito riportato nei due diversi bandi per ciascuna figura professionale.

Compilazione della domanda

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente secondo modalità telematiche, tramite il portale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, raggiungibile dal sito istituzionale www.adm.gov.it.

Le stesse dovranno essere inviate entro 30 giorni decorrenti dal giorno successivo a quello di pubblicazione dell’avviso del bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana IV Serie Speciale – Concorsi, ovvero entro e non oltre il 5 novembre 2020.

Le prove

I candidati per il concorso laureati dovranno affrontare due prove scritte ed una prova orale, oltre ad un’eventuale prova preselettiva (prova che si svolgerà nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione per ciascun codice di concorso sia pari o superiore a 5 volte il numero rispettivo dei posti messi a concorso).

I candidati per il concorso diplomati dovranno sostenere una o due prove scritte ed una prova orale; anche i diplomati, nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione per ciascun codice di concorso sia pari o superiore a 5 volte il numero rispettivo dei posti messi a concorso, dovranno affrontare una prova preselettiva.

La prova preselettiva, tanto per i laureati quanto per i diplomati, avrà ad oggetto le seguenti materie: capacità logico-deduttiva e di ragionamento logico matematico, elementi di diritto penale e funzioni della polizia giudiziaria, lingua inglese e conoscenza base degli strumenti di office automation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *