Categorie
Concorsi News

Concorso INPS: 1869 posti per laureati

Imminente il grande concorso impiegatizio dell’Inps.

“Entro il 2020 – ha precisato il presidente dell’Istituto Pasquale Tridico – verranno assunti 5.400 dipendenti. Di questi, circa 3.500 hanno preso servizio a luglio, mentre l’ente ha bisogno di ulteriori 1.869 consulenti per favorire il turnover di personale in vista dei pensionamenti determinati da Quota 100″.Tridico ha quindi indicato in “1869 consulenti” il numero dei posti che con alte probabilità saranno messi a bando. Il bando non è ancora uscito. Le parole delle alte cariche dell’ente e dello Stato, comunque, costituiscono una garanzia della volontà politica di avviare presto le procedure di selezione per arricchire gli organici dell’Istituto.

I PROFILI A CONCORSO E LE SELEZIONI

I dettagli della prossima selezione non sono noti e si chiariranno solo al momento della pubblicazione del bando.
E’ molto probabile comunque che l’Istituto debba assumere ancora nuovi consulenti della protezione sociale di categoria C come nel precedente concorso bandito nel 2018. I titoli richiesti nel 2018 erano lauree specialistiche, magistrali o vecchio ordinamento nelle aree: Economia e finanza, Ingegneria gestionale, Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo, Statistica, Servizio sociale e politiche sociali, Sociologia, Studi europei, Giurisprudenza, Scienze politiche.

CONCORSO 2018: GIA’ 3.500 ASSUNTI

Il concorso bandito nel 2018 per 967 laureati ha portato ad un altissimo numero di assunzioni. Sulla base delle assunzioni autorizzate l’INPS ha assunto con contratto a tempo indeterminato, tutti i candidati idonei collocati, nella graduatoria finale del concorso fino alla posizione n.3507 compreso. In sostanza le assunzioni sono state circa il quadruplo rispetto ai posti messi a concorso.

REQUISITI

Possono partecipare alle selezioni per Consulenti della protezione sociale Inps coloro che sono in possesso (alla data di scadenza per l’invio delle domande) di un laurea specialistica, magistrale o vecchio ordinamento in area Economia e finanza, Ingegneria gestionale, relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo, statistica, servizio sociale e politiche sociali, sociologia, studi europei, giurisprudenza, scienze politiche.

SELEZIONE

Se il bando 2020 si confermerà identico a quello per 967 consulenti, la selezione dei candidati avverrà tramite una prova preselettiva, due prove scritte e una prova orale.
PROVA PRESELETTIVA: consiste in un quiz con domande di carattere psicoattidudinale, logica, lingua inglese, competenze informatiche, cultura generale.
PRIMA PROVA SCRITTA: consiste in quesiti a risposta multipla su:
• bilancio e contabilità pubblica
• pianificazione, programmazione e controllo, organizzazione e gestione aziendale
• diritto amministrativo e costituzionale
• diritto del lavoro e legislazione sociale
SECONDA PROVA SCRITTA: consiste in quesiti a risposta multipla su:
• scienza delle finanze
• economia del lavoro
• principi di economia
• diritto civile
• elementi di diritto penale
PROVA ORALE: verterà sulle materie delle prove scritte e inoltre sulla lingua inglese e sull’informatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *