Categorie
Concorsi News

Concorso scuola, tutte le novità del dl Rilancio

Dopo il vertice di Palazzo Chigi convocato dal premier Giuseppe Conte, emerge che il concorso straordinario per i docenti precari ci sarà, ma dopo l’estate, e non sarà più a crocette ma con una prova scritta. La soluzione, si spiega, «permette di combattere il precariato garantendo la meritocrazia».

Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato che con il decreto Rilancio è previsto uno stanziamento di 1,5 miliardi per la scuola e 16mila posti in più per il concorso ordinario e straordinario dei docenti della scuola pubblica.

“Vogliamo ridurre il precariato e dare più stabilità alla scuola, attraverso una modalità di assunzione che garantisca il merito: abbiamo 78mila insegnanti da assumere”

Lucia Azzolina, Ministro dell’Istruzione

In tutto saranno 78mila i posti finanziati per i Concorsi Scuola Secondaria, a fronte dei 62mila precedenti. Di questi 16mila posti in più, 8mila posti saranno destinati al Concorso Straordinario e 8mila al Concorso Ordinario.

Abbiamo previsto stanziamenti per la riorganizzazione degli spazi e per il potenziamento dell’offerta formativa, ulteriori investimenti su didattica a distanza e a sostegno dello 0-6, fondi per l’acquisto di materiale necessario alla sanificazione per l’esame di Stato in presenza e per il ritorno in classe in sicurezza dei nostri studenti a settembre. E infine, una buona notizia: grazie alla collaborazione con il Ministro Gualtieri siamo riusciti ad ottenere un ampliamento delle stabilizzazioni di 16.000 posti, rispetto a quelli previsti, per portarli ad un totale di circa 78.000.

Anna Ascani, vice ministro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *